18/03/2018 Jazzistantanea

Amo il jazz perché le note, pur adagiandosi su un solo ritmo che si ripete, prendono direzioni imprevedibili, un po’ come la vita: la stesso canovaccio di giornate mai uguali.
Perché non sai mai quale strumento suonerà da solo per un po’, per poi confondersi nel caldo abbraccio degli altri.
Perché è un linguaggio sconosciuto, non si comprende ma si avverte, come le cose più vere.
Amo il jazz perché non riesco a stare ferma, perché è uno stato di grazia, perché è confusa armonia.

18/03/2018, Pluriverso, jazzband, libreria Colapesce

Sara Di Bella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...