Indiegeno 2017

indiegenoMarianne Mirage.

Voce speziata, contaminata, meticcia. Un incrocio piacevole di sonorità declinate in francese ed italiano.

Artù.

Teso e nervoso come le corde della sua chitarra. Un fratello minore di Mannarino caciarone e grintoso, dal genere musicale acerbo ed indefinito ed i testi spesso inconsistenti.

Brunori Sas.

Lunga attesa a cui segue un’esplosione di armonia. La grazia ruvida della sua voce, i punti di vista stranianti e testi noir, alternati ad accenti di rara dolcezza, il tutto sottolineato da un gioco di luci accurato e dal forte potere scenografico.
La musica è il più potente antidoto contro la paura.

Indiegeno, 2017, Tindari.

Sara Di Bella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...