Phil Collins, anni 80 e libertà provvisorie.

another day in paradise.jpg

 

Nessuno è libero se non è padrone di se stesso.
(Epitteto)

Ho fatto un breve tratto in macchina da sola, guidando io.

L’evento è eccezionale, perché è la prima volta che si verifica. Non ho fatto caso a nulla di quello che avevo intorno, nei limiti dell’attenzione necessaria a non fare casini.

Le uniche cose che ho registrato sono questa meraviglia di Phil Collins, sapientemente scelta da una stazione radio qualunque e la luce rossastra di un tramonto di metà settembre.

Non hai bisogno di altri se puoi contare su te stesso, se riesci a concentrarti sulla strada a venire e non sull’altra via del bivio, che non hai scelto.

Credo che il senso sia tutto qui.

Sono grata a questa mezz’ora solo mia, di un pomeriggio qualunque, in cui ho sentito che solo ciò che conta davvero fa strada con te, il resto non serve.

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...